Il primo sito di Annunci erotici italiano, scambio coppie, racconti ed esibizionismo.       Siamo 506.485        Ora online 25.116        WebCam Chat: 28
Entra




Torna all'indice dei Racconti Erotici Gay & Bisex

Gay & Bisex


l'oasi di vendicari

           di queequeg

 Scritto il 25.07.2011    |    Letture: 15.580  |    Votazione 7.1:

"Arrivo alla macchina che avevo lasciato in un parcheggio custodito, mi asciugo, mi cambio e mi dirigo al botteghino per pagare e comprare un pò d'acqua..."
questa è una storia relamente accaduta ad inizio stagione (giugno 2011).

avevo letto tante storie sulla spiaggia di vendicari, a due passi da siracusa, ma personalmente no c'ero mai stato.
un bel giorno di inizio giugno mi preparo per stare tutta la giornata a mare da solo.
impiego un pò per trovare la spiaggia ma una volta arrivato sono rimasto shockato. uno spettacolo, altro che maldive e caraibi.
la spaiggia si perdeva a vista d'occhio, sabbia finissima e bianca lambita da un mare dalle mille sfumature. in lontananza non si vedeva anima viva; beh, penso, anche se non vedrò nessuno almeno mi godrò questa meraviglia. camminando decido di appostrmi vicino la scogliera in modo da sfruttare sia la spiaggia che gli scogli per farmi il bagno. dopo un oretta arriva una coppia di uomini sulla 50 e si mettono ad una decina di metri, piantano l'ombrellone e si mettono totalmente nudi. niente di fenomenale: fisico normale entrambi e dotazione normale per entrambi. non mi degnano di uno sguardo e continuo a leggere il mio romanzo che trattando argomenti un pò hard di tanto in tanto me lo fa drizzare.
nel momento di massima eccitazione decido di farmi un bagno e di farmi un tuffo dagli scogli scogli, non mi metto il costume e prendo un sentiero.ed è qui che faccio la scoperta, la spiaggia è solo una grande sala d'attesa. tutta l'attività di cruisin si svolge fra i sentieri e i grandi cespugli di macchia mediterranea.
tutti molto tranquilli non si scompongono quando mi vedono passare, ho il cazzo durissimo e la voglia di soddisfare alcune mie fantasie sta diventando sempre più reale. vengo agganciato da un ragazzetto sui 23/24 anni, non mi attira tanto tranne quando sfodere un giocattolo veramente esagerato, carnoso e molto grosso e venoso; mi guarda e molto sicuro di se mi dice di sucarlo. rimango sbigottito io non sono proprio effemminato anzi, ma quelle parole mi trasformano in una cagna pronta a tutto; mi inginocchi e cerco di infilarlo tutto fino in gola.
mi riempie di insulti e complimenti ho tutta la sua minchia che mi scopa la bocca quando mi sento da dietro qualcuno che cerca di aprirmi il culo, per facilitare l'azione mi metto a pecora; sento una lingua che mi bagna e mi lecca le palle, non capisco niente mi libero dal cazzo che mi stavo spompando e prego a chi mista dietro di incularmi perchè non resistevo più.
i due mi stantuffano per un bel pò fino a quando quello dietro mi fa arrivare la sborra fino ai capelli e subito dopo quello davanti mi imbratta la faccia. sono in estatsi, mi tuffo a mare per darmi una ripulita, in acqua si avvicina un signore sui 70 che mi dice di aver visto la mia performance e che di troie come me ne ha viste poche; lo ringrazio e gli chiedo se vuole che gli faccia un pompino si siede sullo scoglio e mi dice che devo spomparlo per bene ha un a cazzo piccolo ma e viene subito. ritorno alla mia postazione che nel frattempo si è riempita di gente che prima scopava sugli scogli, alcuni mi sorrdono altri mi ignorano ma una coppia di inglesi mi avvicina chiedendomi informazionisul posto. per fortuna parlo inglese e iniziamo a chiacchierare. lui ha 64 anni e lei 55 sono naturisti e amano trasgredire. mi metto a disposizione ma lui mi dice che hanno gusti strani, gli dico che sono aperto a tutto. li porto dove poco avevo fatto godere i due porcellini e lei subito comincia a masturbare il marito e con voce autoritaria mi dice di mattermi in ginocchio e leccargli i piedi. obbedisco a mentre lecco i piedi al marito lei mi infila nel culo un dito, così a secco. mi dice che devo stare zitto da un dito passa a tre e poi dice la marito di scoparmi come una cagna, lui obbedisce. mentre lei mi fa girare a pancia in su mi fa alzare le gambe lui mi infila un cazzo di medie dimensione e da subito comincia a sfondarmi con colpi potenti e veloci. lei mi si mette sopra la faccia con la fica e comincia apisciarmi ovunque. non avevo mai fatto pissing o cose simili. si è masturbata co un bastone trovato sulla spiaggia e ogni volta che le veniva di pisciare mi diceva di leccare tutto. lui intanto mi inculava senza tragua, avevo il culo in fiammi non sentivo piu piacere ma dolore e dopo piu di 45 minuti mi ha rimpito di sborra e gli ho dovuto pulire l'uccello. mi sono rituffato in mare dolorante e sinceramente perplesso, non mi ero divertito tanto. tornato al mio ombrellone ho notate che eravami rimasto pochi ed ero dispiaciuto perchè l'ultima scopate mi avrebbe lasciato un ricordo non bellissimo.
i due signori che erano vicino al mio ombrellone si stavano baciando e il loro uccelli svettavano orgogliosi dalle loro mani. mi fermo ad osservarli un pò invidioso e distrattamente non mi accorgo che vicino a me si siede il vecchietto settantenne che avevo spompinato, uffa che palle penso, ma lui mi dice di seguirlo che voleva farmi vedere una cosa. mi porta verso l'alto e nascosto da un grandissimo cespuglio c'è una di quelle postazioni militari della prima guerra mi dice di entrare, faccio due scalini e vedo il primo ragazzo che ho spompinato che guardandomi mi dici di mettrmi in ginocchio che ha voglio di pisciare. non resisto alla vista di quel cazzo così belllo mi metto in ginocchio e mi appoggia la cappela sul naso e comincia a fare pipì. non resisto e lo prendo in bocca, lo sento che sta diventando duro e lo sento ridere mentre dice "visto che troia suca minchia" e sento altre risate; mi giro e vedo altri 4 ragazzi di cui uno di colore che con il cazzo in mano ridendo incominciano a riempirmi di pipì. il nero si mette vicino al capobanda e con grande delusione mi pianta il suo cazzetto in bocca mentre sento il culo inondato di piscio e qulcuno che cerca di scoparmelo. non so quanto è durato ma non ho mai preso tanti cazzi e tanta sborra in vita mia sono stato scopato bocca e culo per ore piu spompavo e più ne volevo. prima di salutarmi mi hanno di nuovo riempito di pipì. dopo la solita lavata a mare decido di andare via era ormai tardi ed ero a pezzi ma molto soddisfatto. arrivo alla macchina che avevo lasciato in un parcheggio custodito, mi asciugo, mi cambio e mi dirigo al botteghino per pagare e comprare un pò d'acqua. chiamo il parcheggiatore che dal botteghino mi dice di entrare e come in un film trovo il vecchietto con il cazzetto in mano che vuole la sua parte... ovviamente non lo potevo deludere.
.


Votazione del Racconto: 7.1
Ti è piaciuto??? SI NO


Disclaimer! © Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore.
Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.



Commenti per l'oasi di vendicari:


gigetto86, singoli estero il 19.01.2012 alle 00:17:57 ha scritto:

Posso sapere se la spiaggia e quella dove ce molta strada da fare


masculu, gay Sicilia il 15.07.2012 alle 17:29:03 ha scritto:

ankio mi diverto un casino ogni qual volta c vado
t va d vederci? risp




Per lasciare un commento fai il login o unisciti a noi, è gratis!


Altri Racconti Erotici in Gay & Bisex:



SexBox




Sex Extra